mercoledì 8 dicembre 2010

Un giardino inglese davvero particolare

Da:
www.giardinaggioinsieme.it

Un giardino inglese davvero particolare:


Ad Alnwick, nell’Inghilterra del Nord, esiste un giardino bello e “pericoloso”: il Giardino delle piante velenose.


Ci sono posti affascinanti e allo stesso pericolosi, ma che attirano proprio per questo. Un giardino, in genere, non può essere considerato un luogo pericoloso, ma esistono delle eccezioni. Se vi capita di fare un viaggio in Inghilterra, ad Alnwick, nella parte nord del paese, si trova il Giardino delle piante velenose, un giardino botanico dove, oltre alle normali piante che si possono trovare in un parco del genere, è possibile ammirare una collezione di circa 100 tra le più pericolose specie di piante esistenti.



L’idea di questo giardino è venuta nel 2005 alla duchessa di Northumberland, proprietaria del parco ma anche dell’immenso Castello di Alnwick, celebre anche come set cinematografico per alcune scene della saga dei film di Harry Potter. La duchessa ha affidato la realizzazione del giardino  a due garden designer belgi, Jaques e Peter Wirtz, che hanno realizzato un incantevole parco fatto di pergolati, labirinti di siepi e onde di colori, che lo rendono apprezzabile soprattutto nei mesi estivi.

All’ingresso del cancello, un cartello avverte “Queste piante possono uccidervi”, anche se in realtà, le piante più pericolose sono protette e difficili da avvicinare. Fiori velenosi, piante, tuberi e alberi fanno parte di questa straordinaria collezione che include diverse varietà, tra cui:

Aconitum napelluserba con proprietà curative ma allo stesso tempo velenosa, può provocare la morte per asfissia.

Amanita Muscariafungo che, se ingerito, provoca visioni e allucinazioni. Se utilizzato in maniera eccessiva, può provocare la morte.

Actaea spicatapianta utilizzata anche per scopi medici e ornamentali. Le bacche sono tossiche e possono provocare un infarto se ingerite.

Oltre alle specie velenose, trovano posto anche alcune piante dalle proprietà, per così dire, “stupefacenti”, come la Cannabis sativa, o il Papaver somniferum, da cui si ottengono rispettivamente oppio ed eroina.

Dall’1 novembre al 31 marzo, il Giardino delle piante velenose è aperto dal venerdì alla domenica dalle 11 alle 15. Per maggiori informazioni potete visitare il sito